Il cinema e l’ambiente: EquoMob Off

ambiente

Può il cinema aiutare a migliorare la nostra vita e diffondere stili di vita sostenibili? Certo che sì! Come tutte le arti, anche quella cinematografica può avere scopi sociali. Anzi, la potenza delle immagini, dei suoni, delle scenografie, può essere centuplicata dal grande schermo. Se poi ci aggiungiamo che il cinema è un’esperienza collettiva…il gioco è fatto!

Al cinema si piange, si ride, si prova paura, si riflette, e si condivide, non solo con gli amici, ma anche con perfetti sconosciuti!

I primi a rendersi conto di quanto il cinema potesse influenzare le coscienze sono stati, purtroppo, i regimi totalitari (si pensi al ruolo importantissimo della regista Leni Riefenstahl nella Germania nazista o all’influenza della cinematografia di Sergej Michajlovič Ėjzenštejn nella diffusione dell’ideologia socialista, ma anche all’importanza che ha la censura nelle dittature contemporanee).
Anche i regimi democratici, però, hanno utilizzato e utilizzano il cinema per far passare dei messaggi precisi: è risaputo, ad esempio, che il famoso Top Gun fu finanziato dal governo americano per incentivare i giovani a entrare nell’aviazione americana.

Ma torniamo a noi, all’ambiente, alla sostenibilità…

Non è difficile trovare degli esempi, soprattutto recenti, di film e documentari che, parlando di ambiente, sostenibilità e alimentazione, hanno cercato di raccontare la realtà nel tentativo di migliorarla. Basti pensare a Una scomoda verità (di Al Gore, sui cambiamenti climatici), Super Size Me (di Morgan Spurlock), Presi per il Pil (di Stefano Cavallotto, Andrea Bertaglio, Lorenzo Fioramonti).

I film muovono le coscienze e aprono dibattiti che possono portare a risultati impensabili. “EquoMob Off Mangia- Consuma- Spreca” (a Firenze dal 24 al 26 settembre 2015 auditorium Stensen, viale Don Minzoni 25) nasce proprio per questo: per discutere insieme di sostenibilità, di consumo di suolo, di spreco alimentare, e di come trasformare le eccedenze in risorse. Presto maggiori informazioni…intanto segnatevi le date!

Post a quattro mani: Chiara Bettarini e Alessandra Modica

About the Author:

Leave a Reply

*